11/02/2021

Aggiornamento Patiris

UIBM DIV-II

La piattaforma PATIRS è un osservatorio permanente della brevettazione delle Università e degli Istituti di Ricerca pubblici in Italia. I dati statistici si basano su tutte le famiglie di brevetti che hanno per assegnatario un’università o istituto di ricerca pubblico italiano. La banca dati ha l'obiettivo di costruire rapporti periodici sulla brevettazione accademica fornendo, in logica Open-Data, il data-set completo contenente tutti i dati sulla brevettazione nonché, degli strumenti interattivi al fine di consentire anche all’utenza di produrre report personalizzati.

La seconda versione di Patiris è stata progettata e realizzata nel 2010-2011 da ricercatori del Dipartimento di Scienze Aziendali dell'Università di Bologna in collaborazione con l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi del Ministero dello Sviluppo Economico e con il supporto tecnico di Epoca Ricerca. I dati brevettuali erano raccolti attraverso la piattaforma Orbit.com.

Il sito web era strutturato principalmente in 2 sezioni, una riguardante i dati statistici, l’altra con tools a disposizione dell’utilizzatore per ricerche e approfondimenti.

Nonostante l’operatività e l’eccellente funzionalità della piattaforma abbia al meglio soddisfatto l’utente nella ricerca e nella consultazione dei dati statistici, inevitabilmente il tempo ha reso obsoleta l’intera architettura del sistema con l’emergere di criticità in termini di consistenza, sicurezza e integrità dei dati. In aggiunta le nuove linee guida AGID per i siti web della pubblica amministrazione hanno reso inadeguata anche l’interfaccia grafica. Si è, reso per questo necessario un aggiornamento strutturale dell’intera piattaforma.

Aggiornamento Patiris

L’intento della ristrutturazione è stato quello di evitare di snaturare l’interfaccia grafica mantenendo le stesse funzionalità e statistiche presenti nella versione precedente.

Infatti la nuova versione di Patiris mantiene inalterate sia la sezione della ricerca che delle statistiche.

Quest’ultima contiene i 10 grafici dinamici già presenti nella versione precedente:

Aggiornamento Patiris

I grafici permettono di osservare l’evoluzione temporale della brevettazione degli istituti italiani focalizzandosi ognuno su diversi aspetti statistici: dal Ranking degli Istituti a quello delle aree tecnologiche passando per la distribuzione geografica del numero di famiglie brevettuali degli istituti.

In aggiunta ai dati statistici, su ogni grafico è stato inserito un link diretto alla piattaforma knowledge-share dove è possibile visionare nel dettaglio il portafoglio brevetti dell’istituto mappato. Knowledge-Share è un portale che, nato dalla collaborazione tra il Politecnico di Torino, l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM) e Netval, rende disponibili in modo chiaro e comprensibile informazioni relative ai brevetti e alle tecnologie nate dal  know-how scientifico delle Università e dei Centri di ricerca italiani  al fine favorire il contatto tra il mondo della ricerca e il mondo delle imprese nell’ottica della valorizzazione economica dei risultati della ricerca accademica.

Il search tool di Patiris è rimasto invariato e consente di effettuare ricerche sui dati brevettuali  restituendo risultati ordinati e raggruppati per famiglia di appartenenza. I campi principali su cui eseguire le query sono: Parole Chiave nel Titolo, Parole Chiave nell’abstract, Numero della Pubblicazione, Numero di Priorità, tipo di data(Pubblicazione/Priorità/Domanda), Applicant e Classificazione IPC

I principali aggiornamenti si sono concentrati principalmente , oltre che sull’adeguamento dell’interfaccia grafica alle linee guida AGID, sui processi di acquisizione dei dati brevettuali, la data Ingestion e l’ampliamento degli istituti di ricerca mappati , che sono 119, rispetto ai 96 mappati nella precedente versione di Patiris (98 Università e 21 Enti di ricerca ).

La data Ingestion

Come detto , i dati brevettuali erano raccolti , nella precedente versione di patiris , attraverso la piattaforma Orbit.com ; una volta acquisiti, essi venivano caricati manualmente sulla banca dati . L’aggiornamento avveniva semestralmente. Di seguito lo schema della precedente data ingestion:

La fornitura da parte di Questel-Orbit consisteva in un file strutturato csv contenente tutti i dati necessari al popolamento del Data-Base. Il problema principale che è stato riscontrato in questa modalità di aggiornamento è data dalla mancanza di Fault Tolerance. In particolare il minimo errore sul file csv si ripercuote sull’intero DB rendendo l’intera piattaforma PATIRIS non consistente. Inoltre la staticità della struttura dati non permetteva  aggiornamenti delle università e degli istituti di ricerca mappati.


Dopo aver valutato le principali alternative per la fornitura dei dati è stata scelta come fonte la piattaforma Open Patent Services fornita dall’Ufficio Europeo dei Brevetti (EPO).


Open Patent Services (OPS) è un servizio web che fornisce l'accesso ai dati grezzi dell'EPO tramite un'interfaccia XML standardizzata.

I dati brevettuali OPS vengono estratti dai database dell'EPO che, oltre ai dati bibliografici, contengono anche tutte le informazioni riguardanti lo status giuridico del brevetto, i documenti in full-text e immagini. Tutte le informazioni provengono dalle fonti dati di Espacenet e dell’European Patent Register.

Di seguito lo schema della nuova data-Ingestion:

Aggiornamento Patiris

Come è evidenziato in figura, Patiris è formato da due entità, una corrisponde al front-end mentre l’altra è completamente dedicata alla data-Ingestion e quindi all’interazione con il servizio OPS di EPO.

Tutte le procedure sono state automatizzate introducendo inoltre dinamicità sia nella gestione degli istituti di ricerca che nella visualizzazione dei risultati garantendo integrità e aggiornamenti periodici previsti a cadenza semestrale.

Per maggiori dettagli ed approfondimenti riguardanti l’architettura di sistema ed il popolamento della banca dati, si invita a consultare la sezione “metodologia” raggiungibile dal seguente link: https://patiris.mise.gov.it/index.php/it/metodologia

Torna all'inizio del contenuto